Novelmore, la linea fantasy di Playmobil

Apple vs Microsoft. Coca Cola vs Pepsi. McDonald’s vs Burger King. La storia dei brand è permeata di piccole/grandi rivalità, spesso sfociate in vere e proprie battaglie sostenute tra le rispettive fan-base. Ovviamente, anche il mondo dei giocattoli non è da meno. Quella più longeva? Ma ovviamente Lego vs Playmobil.

E se più o meno verso la fine del secolo scorso sarei stato pronto a difendere a spada tratta la prima, mattoncino per mattoncino, oggi le cose sono molto cambiate. Sarà anche perché la linea Novelmore di Playmobil è una figata pazzesca per noi fantasy maniaci.

Sia Playmobil che Lego hanno sempre puntato negli anni a creare playset e figurine che non avessero un background di base, incentrando invece i loro prodotti su una concezione generalista, una tabula rasa in cui i bambini potevano inventare le proprie storie sul momento. Nel corso del tempo invece, i bisogni e i desideri dei bambini si sono evoluti e, allo stesso modo, i giocattoli sono cambiati. Playmobil (e Lego) hanno svolto un lavoro straordinario nel conquistare il mondo delle licenze per rimanere sugli scaffali. La linea Ghostbusters, Scooby-Doo, Dragon Trainter e non ultimi i set di Ritorno al Futuro, sono assolutamente increndibili.

Nell’ottica puramente fantasy però, i grandi nomi scarseggiano da sempre, salvo per una eccezione più unica che rara, ovvero Il Signore degli Anelli, che Lego si è accaparrata subito, lasciando a Playmobil soltanto licenze minori. Ed è qui che Playmobil fa una scelta coraggiosa quanto vincente: crea per i suoi set fantasy una ambientazione totalmente nuova.

Nasce Novelmore, un mondo che vede in lotta due fazioni: i cavalieri di Novelmore per l’appunto, e Burnham, conquistatori del fuoco.

Nulla manca a l’appello nel ricreare una ambientazione dal respiro classico. A cominciare dall’immancabile mappa del regno (navigabile a questo link), la cronologia storica e i protagonisti. Ci sono il principe Ayrwinn, erede al trono del regno di Nolvemore e figlio di Re John. C’è Lord Bayron, folle piromane signore della guerra di Burnham. A condire il tutto una serie variegata di comprimari da grande saga: generali, maghi, inventori, giullari, bardi e spie.

E i giocattoli? Fighi. Tanto fighi da farti riscoprire collezionista, alla soglia della quarantina. Qui non parliamo soltanto di elementi scenografici e mezzi di trasporto. Se infatti un carro blindato trainato dai lupi o un campo di addestramento per viverne non fosse già abbastanza bad-ass di per sé, le miniature dei personaggi sono tutte dotate di un personale arsenale da guerra, tra spade, asce, alabarde, scudi, pugnali, archi e altre amenità di ogni forgia e fattura. C’è anche un mago dotato di fulmini sparati dalle mani. E che vuoi di più???

Per chiudere, un po’ di immagini dei set in tuo possesso allo stato attuale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...